Massimo Bochicchio, il broker delle truffe ai vip: la sua moto esplode sulla Salaria

Era accusato di truffe a Lippi e Conte: domani avrebbe dovuto comparire in tribunale per un'udienza

Sotto processo a Roma per l'accusa di avere truffato vip e personaggi dello sport, Massimo Bochicchio è morto oggi sulla Salaria, a Roma, dopo che la sua moto è andata a fuoco. Proprio domani era in programma a piazzale Clodio l'udienza in cui è imputato. In base a quanto si apprende Bochicchio è morto sul colpo.

Il broker è accusato di avere truffato anche l'ex allenatore della Nazionale Marcello Lippi, l'attuale allenatore del Tottenham, Antonio Conte e l'attaccante della Roma Stephan El Shaarawy. Verifiche sono in corso per ricostruire la dinamica dell'incidente.

Incidente mortale oggi (domenica 19 giugno), intorno alle ore 12:00, a Roma, in via Salaria, altezza dell’aeroporto dell’Urbe. Il centauro ha perso il controllo della sua moto e si è schiantato contro il guard rail. Il mezzo ha preso immediatamente fuoco e per il conducente non c’è stato scampo. Incidente via Salaria In fiamme anche la siepe limitrofa al guard rail.

I soccorritori hanno assistito a una scena infernale. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, la protezione civile, il 118, i carabinieri, la polizia e gli agenti della polizia locale. La moto è andata completamente distrutta, sia dallo schianto sia dalle fiamme.

Si indaga sulla dinamica dello schianto e non è esclusa nemmeno la manomissione del mezzo a due ruote.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *