Chi è Nancy Pelosi e perché la sua eventuale visita a Taiwan genera conflitto tra Stati Uniti e Cina?

3

Le relazioni diplomatiche tra Stati Uniti Cina , le due grandi potenze mondiali, dipendono dal destino di un aereo: quello che trasporta Nancy Pelosi , presidente della Camera dei rappresentanti Usa, nel suo viaggio in Asia.

La donna di 81 anni è atterrata martedì in una base dell'aeronautica militare malese . In quel territorio ha incontrato il presidente della Dewan Rakyat (Camera dei rappresentanti) e poi il primo ministro.

Dopo Singapore e Malesia, il suo itinerario prevede tappe in Corea del Sud e Giappone , ma la prospettiva di una possibile visita a Taiwan continua ad attirare l'attenzione e ad aumentare le tensioni. Non è da meno: Pechino  considera Taiwan come parte del suo territorio e ha avvertito che interpreterà l'arrivo di Pelosi nell'isola come una provocazione, che sarebbe la prima di un politico americano di alto rango negli ultimi 25 anni.

Leggi anche:  Riconosce il figlio dopo 4 anni e lo porta via alla mamma, che non ha voluto abortire: la storia di Teresa

In un certo senso, Pechino è fermamente contraria a qualsiasi dimostrazione di sostegno all'indipendenza di Taiwan da parte degli Stati Uniti e ha promesso che non vacillerà se ciò accadrà. Lo stesso Xi Jinping - presidente della Cina - ha avvertito giovedì scorso il suo omologo durante la telefonata tra i due che il Paese nordamericano non dovrebbe "mettere in discussione la ferma volontà degli 1,4 miliardi di cinesi", aggiungendo che non dovrebbero giocare con il fuoco.

Nonostante questa drammatica situazione, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby , ha affermato che Pelosi ha il diritto di fare la visita.

Leggi anche:  Morto improvvisamente a 2 anni, il piccolo Nicolò potrebbe aver ingerito qualcosa in casa

Perché Pelosi dovrebbe fare il viaggio?

I sostenitori della visita affermano che è fondamentale che mostri sostegno a Taiwan e sottolineano che Washington prende sul serio il suo impegno legale a fornire all'isola i mezzi di autodifesa.

Vale la pena notare che Pelosi è anche un simbolo di democrazia, uno stile di vita che Taipei - la capitale taiwanese - desidera disperatamente preservare sotto l'ombra autoritaria della Cina.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.