Trovato il cadavere di un ragazzo in casa: era morto da diversi giorni

È stato trovato in un appartamento di Chiari (Brescia), il cadavere di un uomo di trent’anni: la morte potrebbe risalire ad alcuni giorni fa.

Potrebbe essere morto alcuni giorni fa. Sono ancora poche le notizie relative al ritrovamento di un cadavere in una casa di Chiari, comune in provincia di Brescia. Quello che si sa è che si tratterebbe di un ragazzo di appena trent'anni. A chiamare le forze dell'ordine sono stati i vicini di casa che hanno segnalato la presenza di un forte odore sulle scale.

I vicini avevano provato a citofonare all'inquilino

I carabinieri si sono quindi recati in via Matteotti. I residenti hanno raccontato che da giorni citofonavano all'inquilino, ma che non avevano mai ricevuto alcuna risposta. Sono poi entrati nell'appartamento che si trova al primo piano. Lì, come racconta il quotidiano locale "Il Giornale di Brescia", hanno trovato il cadavere.

Il giovane potrebbe essere morto per un'overdose

I militari hanno quindi allertato il medico legale che, in base a un primo esame, sostiene che il decesso potrebbe essere avvenuto alcuni giorni fa. Solo l'autopsia, che è stata disposta dal magistrato Benedetta Callea, potrà però stabilire la data certa. È possibile che la morte sia stata causata da un'overdose. Un'ipotesi avvallata anche dalla presenza di molte sostanze stupefacenti trovate in casa.

Si cercherà di risalire alla persona che gli ha venduto la droga

Gli inquirenti però non escludono ancora l'intervento di terze persone: bisognerà quindi aspettare gli esiti dei rilievi svolti dalla Scientifica. Gli investigatori ricostruiranno le frequentazioni del trentenne e soprattutto gli ultimi spostamenti. In particolare modo si cercherà di risalire alla persona che gli ha venduto la droga che aveva in casa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *