MORTI 10 BIMBI, TRAGEDIA DURANTE UNA PARTITA DI CALCIO

Una tranquilla giornata di gioco si è trasformata in un attimo in una terribile tragedia in Uganda dove dieci bambini sono rimasti uccisi dopo essere stati colpiti da un fulmine mentre giocavano a calcio in strada.

Il dramma ad Arua, capoluogo dell’omonimo Distretto nel nord ovest del Paese africano. Le vittime sono tutti ragazzini tra i 13 e i 15 anni di età residenti in città. Secondo la ricostruzione della stampa locale i minori stavano giocando in una stradina polverosa della zona quando una pioggia insistente li ha sorpresi all’aperto.

Tutti insieme quindi avrebbero cercato riparo al chiuso scegliendo una vicina struttura, una capanna dal tetto di paglia, lì però poco dopo li ha colpiti un violento fulmine che li ha uccisi.

Nove ragazzini del gruppo sono morti praticamente sul colpo nella capanna in cui si erano rifugiati, il decimo invece è deceduto poco dopo durante il trasporto dell’ospedale più vicino. Nonostante i tentativi di salvarlo, infatti, per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Soccorsi e ricoverati invece altri tre ragazzini che facevano parte del gruppo e che sono gli unici sopravvissuti alla tragedia. I tre stanno ricevendo cure presso l’ospedale regionale. La tragedia si è consumata mentre la regione nord-occidentale dell’Uganda veniva colpita da una ondata di maltempo con forti piogge accompagnate da una tempesta di tuoni e fulmini.

Secondo la Bbc si tratta del peggior incidente del genere da circa dieci anni in Uganda che purtroppo però non è nuovo a simili casi. Una tragedia ancora peggiore nel 2011 quando 18 bambini sono stati uccisi in una scuola nella regione centro-occidentale a causa dei fulmini.

Dal nostro Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *