Come utilizzare l’acido citrico nella pulizia della casa?

Se stai cercando un prodotto che puoi utilizzare per pulire tutta la tua casa, allora ti invitiamo a leggere questo articolo su come l’acido citrico può diventare un alleato per eccellenza.

Sebbene il nome possa intimidire e ci dia l’idea che l’acido citrico sia usato solo nei laboratori, la realtà è diversa. È un prodotto molto facile da ottenere e potremmo dire che è polivalente, poiché offre un gran numero di applicazioni . In questo caso, ti spiegheremo come utilizzare l’acido citrico per pulire la casa.

Dagli abiti, al bagno e alla cucina, la sostanza garantisce una pulizia profonda utilizzando un unico prodotto, che farà risparmiare tempo e denaro. Successivamente esamineremo cos’è l’acido citrico, gli usi che puoi dargli e quali precauzioni dovresti prendere quando lo maneggi.

Cos’è l’acido citrico?

Scoperto dall’alchimista musulmano Jabir ibn Hayyan nell’VIII secolo, l’acido citrico ha una lunga storia ed è presente nelle enciclopedie chimiche del XIII secolo.

Fu però nel 1874 che il chimico svedese Carl Wilhelm Scheele riuscì a cristallizzarlo, partendo dal succo di limone. Infine, dall’anno 1860 iniziò la sua produzione su scala industriale.

La sostanza è un acido tricarbossilico organico che si trova in molti frutti , ma di cui troviamo una maggiore concentrazione negli agrumi come il limone, il mandarino e l’arancia. Nel suo formato industriale, è una polvere bianca dall’aspetto cristallino, utilizzata come conservante naturale e antiossidante perché riduce i livelli di pH.

Leggi anche:  Ansia e depressione sono correlate, secondo lo studio

Si ottiene dalla fermentazione di zuccheri, come il saccarosio e il glucosio, ed è ampiamente utilizzato per la conservazione naturale di diversi alimenti.Frutta con acido citrico.

La presenza naturale di acido citrico in alcuni frutti, come l’arancia o il limone, è stata una delle chiavi per il loro studio.

Che usi ha l’acido citrico nella pulizia della casa?

Possiamo usare l’acido citrico come alleato nella pulizia di tutta la casa. La cosa buona è che con un solo prodotto possiamo pulire il bagno completo, la cucina e tutti i suoi elettrodomestici , e possiamo anche usarlo per i vestiti. In alcuni casi, integreremo con bicarbonato di sodio.

Bagno

Stiamo per diluire un cucchiaio di acido citrico in un litro d’acqua e metterlo in un contenitore con una bottiglia spray. In questo modo, possiamo pulire i rubinetti e lo schermo per rimuovere i resti di calcare. Non resta che spruzzare le superfici e passarle sopra con un panno morbido.

Per pulire i wc, invece, stendiamo del bicarbonato di sodio sul water e lo lasciamo agire per mezz’ora. Quindi spruzziamo con l’acido citrico e strofiniamo con una spazzola morbida. Sarà come nuovo.

Inoltre, per igienizzare a fondo il soffione, lo rimuoveremo e lo lasceremo in un contenitore con un litro d’acqua, 100 millilitri di acido citrico liquido e un cucchiaio di bicarbonato di sodio per un’ora. Lo sciacquiamo, lo rimettiamo e facciamo scorrere l’acqua calda per cinque minuti.

Leggi anche:  Dieta per aumentare la massa muscolare: alimenti che aiutano a tonificare gambe e glutei

Condutture

Per riparare gli zoccoli nei tubi, prima metteremo quattro cucchiai di bicarbonato di sodio nello scarico . Quindi aggiungiamo 100 millilitri di acido citrico liquido e lasciamo agire per 15 minuti. Infine, devi consentire all’acqua calda di scorrere.

Piastrelle

Per pulire le piastrelle , sia in bagno che in cucina, scioglieremo sei cucchiai di acido citrico in un litro di acqua molto calda .

Useremo questa preparazione per strofinare le piastrelle con un panno morbido. Infine, sciacquare la zona lavorata con abbondante acqua.

Tappeti

Useremo la stessa soluzione del punto precedente . Lo mettiamo in un contenitore con un flacone spray e inumidiamo la superficie del tappeto . Asciugiamo alla fine con un mocio morbido.

Cucina

Con la stessa soluzione (sei cucchiai di acido citrico e un litro d’acqua) possiamo ripassare gli elettrodomestici e le superfici inox della cucina. Ad esempio, viene utilizzato per decalcificare teiere, macchine da caffè e taniche.

Inoltre, possiamo usarlo come lucidante per lavastoviglie . In questo caso riempiamo lo scomparto del brillantante con acido citrico liquido e laviamo normalmente.

Leggi anche:  Nevrosi depressiva: sintomi, cause e trattamento

Capi di abbigliamento

Può essere utilizzato come ammorbidente. Per fare questo, sciogliiamo un cucchiaio di acido citrico in mezzo litro d’acqua . Quindi versiamo 50 millilitri di questa preparazione nello scomparto dell’ammorbidente. I tuoi vestiti saranno più morbidi che mai.

Sapevi che è possibile utilizzare l’acido citrico per lucidare in lavastoviglie? Non è affatto difficile.

Precauzioni quando si utilizza questo ingrediente

Come ogni prodotto che utilizziamo per pulire la casa, è necessario prendere in considerazione alcune precauzioni.

In relazione a chi lo applicherà, è necessario evitare il contatto con la pelle , poiché può arrossarsi e provocare fastidi derivati ​​da dermatiti. Si consiglia l’uso di guanti. D’altra parte, dovresti sempre usarlo in un luogo con una buona ventilazione.

Infine, deve essere conservato in un contenitore di plastica, al riparo dalla luce solare, etichettato e fuori dalla portata dei bambini.

L’acido citrico nella pulizia della casa paga

Pensiamo che valga la pena provare questo prodotto per pulire tutta la casa. Finché prendiamo le precauzioni necessarie, i risultati possono essere molto positivi.

Prima di pulire ciascuna delle superfici, testare una piccola area per assicurarsi che non danneggi i materiali. Con la minima quantità di denaro, puoi mettere in pratica queste idee che sono economiche ed efficienti.