Mangiare sano: esattamente quello che dovresti mangiare ogni giorno

Ammettiamolo: ogni giorno ci raccontano qualcosa di diverso (quando si parla di cibo). Tra tutte le organizzazioni dedicate allo studio del mangiare sano, l’ Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), Associazioni Professionali di Dietisti-Nutrizionisti , Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), ecc.), è difficile trovare qualsiasi tipo di consenso. Devi solo guardare i loro progetti di piramide alimentare. In alcuni le verdure sono al primo posto, in altri al 3 °. Alcuni dicono che dobbiamo mangiare carne rossa due volte a settimana ealtri di cinque . Alcuni dicono che la base della dieta sono i carboidrati e altri li scartano completamente …

È difficile scegliere tra così tante opzioni di consulenza alimentare, quindi la cosa più logica è attenersi a ciò che dicono i più alti organi ufficiali , a seconda del Ministero della Salute, dell’Unione Europea o delle Nazioni Unite.

carne rossa

Secondo l’Organizzazione mondiale per l’alimentazione e l’agricoltura, gli spagnoli dovrebbero mangiare prodotti a base di carne su base settimanale. È la stessa regola che applica il SENC, considerandolo come ” consumo facoltativo occasionale o moderato .

Pollo

È meglio considerato rispetto al resto delle carni. Il SENC stabilisce il suo consumo come giornaliero (facoltativo, ovviamente).

Pesce

Anche se lo vediamo come uno degli alimenti più salutari che possiamo mangiare (il pesce azzurro, in particolare, è ricco di acidi grassi omega 3 e 6 ), il suo apporto massimo è giornaliero secondo il SENC. Non consigliano di ripetere. La FAO non è d’accordo con questo criterio e raccomanda un consumo massimo di pesce da 2 a 4 volte a settimana.

Uova

Ora che il colesterolo si vede molto meglio che in passato (il trend è cambiato, ora si considera che il pericolo è dato da uno squilibrio dei livelli delle diverse tipologie e non da un livello totale elevato), c’è da aspettarselo che un alimento relativamente ipocalorico ed estremamente proteico potrebbe essere consumato ogni giorno, ma non lo è. Secondo l’ EUFIC (European Food Information Organization), il consumo di due al giorno è consigliato , mentre il SENC lo limita a 4 a settimana .

Latticini

Non c’è consenso neanche qui. Secondo la FAO, il consumo di prodotti lattiero-caseari e derivati ​​dovrebbe essere limitato a una porzione giornaliera , mentre il SENC consiglia di prenderli da tre a quattro volte al giorno. Naturalmente, entrambi limitano estremamente il consumo di burro a “molto occasionalmente” .

Formaggio

Sebbene le grandi organizzazioni lo colleghino ai prodotti lattiero-caseari, altre meno importanti tendono a limitarne il consumo a 3 volte a settimana  e addirittura a inserirlo nell’elenco degli ” alimenti occasionali “.

Pane, pasta e altri carboidrati

Fino a poco tempo fa era la base fondamentale di qualsiasi piramide alimentare. Gli idrati erano considerati il carburante del corpo e assolutamente necessari nella nostra dieta. Quello è finito. Il fatto che diete come il carnivoro estremo o il chetogenico abbiano creato un divario così grande tra i “buongustai” è solo un riflesso della (illogica) perdita di reputazione dei carboidrati . Sebbene la FAO e il SENC mantengano questo gruppo alimentare come quello che dovrebbe essere consumato di più, altri lo relegano al secondo e addirittura al terzo posto .

Verdure

I grandi beneficiari del calo dei carboidrati. Questo perché, pur contenendo tutti i micronutrienti e le vitamine che esistono (alcuni più di altri), possono essere consumati in grandi quantità con zero sensi di colpa , dato che il loro apporto energetico è minimo (eliminando alcuni elementi come le patate , tra cui pasta e chicchi di pane). Sono anche la più grande fonte di fibra alimentare a nostra disposizione.

Frutta

L’espressione inglese ” Una mela al giorno allontana il medico ” (una mela al giorno allontana il medico ) è un riflesso di quanto questi alimenti siano associati a uno stile di vita sano . Sì, sono ricchi di zuccheri semplici, soprattutto fruttosio, ma il loro contenuto di micronutrienti lo compensa ampiamente. Le raccomandazioni rimangono le stesse: secondo il SENC l’assunzione giornaliera dovrebbe essere di 4 al giorno e secondo la FAO, 5 .

Capricci

È l’unica cosa su cui tutte le fonti concordano: l’ uso solo molto occasionale .

Olio extravergine d’oliva

Sia la FAO che la SENC concordano sul fatto che dovrebbero essere consumate nella stessa misura di frutta e verdura , questo è dovuto alla presenza di acidi grassi omega 3 e oleici , considerati molto salutari per il nostro organismo. Inspiegabilmente, ci sono alcune organizzazioni e fonti che non hanno la stessa opinione. Secondo l’EUFIC , dovrebbe essere consumato in quantità molto piccole e occasionalmente . Non conosciamo i motivi

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 Newsitaliane -