Skip to content

Pippo Baudo attacca Fedez: “bisognava agire cosi…”

Pippo Baudo  si scaglia contro Fedez, dichiarando cose molto pesanti, dopo la grande polemica del concerto del 1 maggio. Il monologo di Fedez è stato divulgato da tantissimi personaggio dello spettacolo mentre, altri lo hanno pesantemente attaccato. Attualmente il suo più acerrimo nemico è Vittorio Sgarbi ma anche il leader della Lega.

 

Adesso è la volta i Pippo Baudo che se la prende con Fedez, leggiamo le sue dichiarazioni:

 

“Se avessi condotto io il Concertone del Primo Maggio avrei spento le telecamere a Fedez durante il suo discorso”.  “Fedez ha esagerato. Poteva fare spettacolo, mentre fa ogni cosa per essere protagonista. E ha sbagliato a fare quel discorso in una sede che non era sua. L’errore che ha commesso la Rai è stato quello di non dire semplicemente che quel palcoscenico era il suo e a lei competeva l’autorizzazione. Per querelarlo è troppo tardi, equivarrebbe solo fargli il doppio della pubblicità“.

Leggi anche:  “Eri uno dei più grandi di sempre”. Lutto nel cinema, un pezzo di storia che se ne va

 

E poi gli argomenti che Fedez ha toccato sono complicati e non si può utilizzare il mezzo pubblico in maniera così indiscriminata. Bisogna stare attenti perché si ripercuote sulla società in modo divisivo”. Nel corso dell’intervista sembra che sia stato chiesto a Pippo Baudo cosa ne pensi del Ddl Zan. Il conduttore sembra averlo definito “un raddoppio”, visto che nella nostra Costituzione ci sarebbero già degli articoli, i primi 12, dove si legge in modo chiaro che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono tutti eguali davanti alla legge, senza alcuna distinzione di razza, sesso, lingua, religione, condizione personale e sociale.

Leggi anche:  Patty Pravo chi è? Età, carriera, marito, figli, compagno e vita privata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *