Skip to content

Carmen Russo e Enzo Paolo Turci denunciati per sfruttamento

Un vero e proprio putiferio abbattuto addosso due famosissimi ballerini italiani. Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo non stanno passando dei momenti tranquilli, la notizia dei maltrattamenti ipotetici verso i loro domestici sta rimbalzando su tutti i media italiani. A fare la denuncia sono stati gli stessi domestici al tribunale di Tivoli, oltre ai maltrattamenti, di domestici denunciano anche i pagamenti irregolari fatti dalla coppia. Andiamo a vedere nel dettaglio l’accaduto.

Enzo Paolo Turci e Carmen Russo accusati di sfruttamento

L’accusa fatta è pesantissima Infatti i due ballerini sono accusati di sfruttamento, almeno stando alle dichiarazioni fatte dai loro domestici. Tantissime persone hanno in casa collaboratori domestici che giornalmente aiutano nelle faccende, e anche Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo avevano i loro.

Leggi anche:  Roberta Capua: età, marito, figlio, dove vive, che fine ha fatto, Massimiliano Rosolino
Attualmente la magistratura sta verificando le testimonianze fatte dei domestici che hanno avviato due cause civili, loro affermano di aver lavorato tutti i giorni compresi i festivi senza mai riposare, quindi, per loro non ci sono state ferie festività.

L’accusa dei domestici dei due ballerini

Una situazione davvero clamorosa quella in cui si sono trovati i due ballerini. La coppia non è mai stata al centro di polemiche simili e tanto meno, prima di oggi sono mai stati accusati di sfruttamento di persone.

Leggi anche:  La disperazione di Emilio Fede: “Prendo 8mila euro al mese ma non mi bastano”

Secondo i primi accertamenti pare che i due collaboratori domestici percepissero una retribuzione prevista all’inizio di circa 700 euro poi scesa a 500, compreso anche l’alloggio in due stanze. In totale la coppia avrebbe percepito 4.625 euro per sette mesi e mezzo di lavoro, ovvero 17,65 euro per ognuno al giorno.

Il pagamento sarebbe avvenuto in contanti, senza alcuna busta paga. Intanto, mentre Enzo continua a fare silenzio a parlare è stata sua moglie che non ha esitato a difendersi. La ballerina ha spiegato che con i dipendenti era tutto regolare ma di alcune cose se ne occupava il proprio commercialista. “Io non sono al corrente di nulla, non abbiamo avuto nessuna comunicazione tra l’altro”, queste le sue parole.

Leggi anche:  “Eri uno dei più grandi di sempre”. Lutto nel cinema, un pezzo di storia che se ne va

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *