Come e dove vedere Milan - Roma Streaming Gratis Diretta Live TV

di | Gennaio 6, 2022

La partita Milan – Roma si giocherà oggi 6 Gennaio 2022 alle ore 18.30. Sarà un’esclusiva DAZN, detentore dei diritti di 10 partite su 10 per ogni giornata di Serie A, di cui 3 in co-esclusiva con Sky Sport. La gara sarà visibile in streaming, attraverso il download dell’app ufficiale dell’emittente – con relativa iscrizione e abbonamento – o attraverso una qualsiasi Smart TV.

Da quest’anno, con l’acquisto del DAZN box sarà possibile inoltre avere un canale digitale dedicato con i migliori contenuti scelti giorno per giorno. Si sconsiglia categoricamente l’utilizzo di siti pirata per la visione della gara. Sarà disponibile anche sul sito una diretta testuale per seguire la partita: un evento non solo attesissimo dai tifosi azzurri, ma che sarà seguito in tutto il mondo.

n emergenza Covid, il Milan cerca punti scudetto. Gennaio è il mese dei buoni propositi, e all’inizio dell’anno anche Pioli ha buttato giù la lista degli obiettivi: recuperare in fretta tutti i giocatori della rosa (ma vanno fatti i conti con i contagi: ieri comunicati altri tre positivi), migliorare il rendimento del girone d’andata, tentare il contro sorpasso sull’In-ter. L’attualità impone massima cautela e di questi tempi la classifica non è necessariamente una priorità, ma la partita di oggi a San Siro potrebbe offrire ai rossoneri l’occasione di avvicinare la vetta.

Leggi anche:  Come e dove vedere Juventus Udinese streaming Gratis Diretta Live Tv (Serie A ore 20:30)

In mezzo all’incertezza delle concorrenti, qui alle 18.30 si aspetta Milan-Roma con tutti i significati che porta con sé: Pioli che cerca il primo successo del nuovo anno (per dare subito seguito ai buoni propositi: nel ritorno conquistare più punti che nella prima parte di stagione), Giroud(o Ibra, ma il francese è avanti) a caccia dei primi gol del 2022, Tonali in versione leader del centrocampo in attesa di riconoscimenti, Leao verso nuove accelerate. Rafa toma titolare dopo oltre un mese dall'infortunio muscolare ed è uno dei rossoneri che tornano disponibili, ma partirà dalla panchina: gli altri, da Rebic, anche lui oggi tra le riserve, a Pellegri, saranno presto al meglio della condizione, risorse più o meno utili nel tentativo di risalita scudetto. «Avevamo bisogno di riposo, presto tutti i giocatori saranno al 100%», conferma Pioli. Resta però T allerta Covid: nella tarda serata di ieri club ha comunicato tre nuove positività, ma per tutelare la privacy dei propri giocatori non ha specificato i nomi dei contagiati. Dopo Tultimo allenamento e i controlli di ieri le preoccupazioni riguardavano le condizioni della difesa, con Kalulu e Gabbia pronti a entrare.

Leggi anche:  Le macchine di Mauro Icardi sono degne di un campione europeo

Ibra O Giroud? Il rallenta mento delle ultime settimane può essere convertito in una nuova accelerata, nuova benzina arriverà dal recuperi e magari anche dal mercato: «Vogliamo un difensore completo, in grado di accettare l’uno contro uno, coraggioso e capace di fare le scelte giuste quando ha la palla - spiega l’allenatore -. Non sarà un mercato scoppiettante per nessuno, ma sono sicuro che troveremo il giocatore giusto».

Il Milan ha ritrovato la sua andatura nella vittoria di Empoli e ora intende mantenere lo stesso ritmo: «Vogliamo vincere più partite possibili e fare un ritorno ad altissima velocità. Mi aspetto tanto da tutti». Specie da chi occupa un ruolo di primissimo piano: Ibra non ha bisogno di dimostrarsi all’altezza, ogni scelta è fatta in funzione della stabilità del fisico. Dopo essere stato provato con i titolari negli allenamenti in avvicinamento alla gara, ieri alla rifinitura Zlatan è stato alternato a Giroud. E Pioli conferma che la decisione sul centravanti titolare non è ancora del tutto presa. L’ex Chelsea resta favorito: «All’andata Ibra aveva fatto una delle sue migliori gare, è pronto come Olivier. Mi aspetto tanto anche da lui: vedremo».

Leggi anche:  Perché Mick Schumacher potrebbe fare il suo debutto in Ferrari nella stagione 2022 di Formula 1

Carica Nel terzetto della trequarti riecco Diaz e Messias: in queste settimane Pioli aveva dovuto rinunciare a Leao, oggi in panchina, e nella trasferta di Empoli aveva scelto Kessie fantasista perché la stella di Brahim aveva smesso di brillare. «Nelle ultime partite Diaz ha un po’ sofferto, ma l’ho ritrovato pimpante. Tornerà il giocatore determinante di inizio anno. E con Leao, così come con Rebic, potremmo giocare di più tra le linee specie contro lo difese che si chiudono». Per quanto possibile San Siro sarà esaurito e il pubblico chiede una

vittoria che manca da oltre un mese, contro la Salernitana: poi la sconfitta con il Liverpool e il ko con il Napoli. Sconfitte del passato, l’obiettivo del nuovo anno è dichiarato. Pioli lavora per ritrovare i suoi uomini migliori, per un 2022 da record: non è pronunciata la parola scudetto, ma quello è il senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *