Bimba di 9 anni muore per i pidocchi: «Il suo corpo infestato per mesi». Condannate mamma e nonna

La piccola è stata abbandonata a se stessa per mesi senza che nessuno pensasse di aiutarla.

La figlia muore a 9 anni a causa di una grave infestazione di pidocchi e vengono condannate la mamma e la nonna. Sandra Kraykovich, 38 anni, ed Elizabeth Kraykovich, 64 anni, sono state entrambe accusate della tragedia che ha colpito la piccola uccisa dai pidocchi che per mesi le hanno infestato il corpo.

Quando i soccorsi sono entrati nella loro abitazione a Tucson, in Arizona, hanno trovato la bambina priva di coscienza con una grande quantità di insetti sul viso. Da una analisi attenta si è scoperto che erano pidocchi. La piccola sarebbe stata abbandonata a se stessa per mesi e la causa della morte sarebbe stata una forte anemia dovuta proprio a questi piccoli animali che nel tempo le hanno succhiato via gran parte del suo sangue, a cui si è unita una forte malnutrizione.

Leggi anche:  Dimentica il figlio per 3 ore nell’auto parcheggiata al sole, muore bambino di 5 anni

I fatti risalgono allo scorso anno, ma ora è arrivata la condanna per la madre e per la nonna che sarebbero state a conoscenza della grave infestazione ma non avrebbero fatto nulla. La madre aveva scritto al fidanzato di controllare la figlia che non stava bene e nonostante sembrava in grave difficoltà si era rifiutata di portarla in ospedale dicendo al ragazzo che avrebbe risolto tutto con del colluttorio.

La polizia è stata in grado di individuare la responsabilità della madre leggendo i messaggi sul suo telefono inviati proprio al compagno e ha considerato la nonna complice, poiché era a conoscenza delle condizioni della bimba ma non ha mai fatto nulla per aiutarla. Le donne sono ora in carcere e gli altri due fratelli della giovanissima vittima affidati ad altri componenti della famiglia.

Leggi anche:  Bambino di 3 mesi trovato morto nell'auto del padre: rimasto sotto il sole per ore

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 Newsitaliane -