Madre e figlio morti in incidente sull’A1, ferita l’altra figlia della donna

5

Sono Elvira Teoli e Mario D’Ettore, madre e figlio, le due vittime dell’incidente di ieri sull’A1, a Teano; feriti la figlia della donna e il conducente dell’altro veicolo.

Sono madre e figlio le due vittime del tragico incidente stradale che è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, 24 giugno, sull'autostrada A1 Milano-Napoli, nel territorio di Teano (Caserta). Nello scontro tra un'automobile e un carro attrezzi hanno perso la vita Elvira Teoli e Mario D'Ettore, rispettivamente 94 e 62 anni. Nell'impatto sono rimasti feriti anche la conducente del veicolo, figlia della donna e sorella dell'uomo, che è stata ricoverata in gravi condizioni in ospedale, e il 29enne che era alla guida dell'altro veicolo.

Leggi anche:  Trovata morta nella doccia dopo un mese: il suo cane in fin di vita le è stato vicino per tutto il tempo

L'incidente, con dinamica ancora non del tutto ricostruita, nel tratto tra Capua e Caianello, in direzione Roma, alcune centinaia di metri prima dell'area di servizio di Teano. Il carro attrezzi avrebbe tamponato la Peugeot 208 su cui viaggiavano i tre, non è chiaro se dopo una manovra azzardata o un brusco cambio di corsia di uno dei due veicoli coinvolti. L'impatto è stato violentissimo: l'automobile è stata scagliata fuori strada e la parte posteriore si è ridotta ad un cumulo di lamiere, per soccorrere le persone nell'abitacolo sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco.

Niente da fare per Elvira Teoli, originaria di Teano, e per il figlio Mario D'Ettore, residente a Rocca d'Evandro, al confine tra la provincia di Caserta e il Lazio: sono entrambi morti sul colpo. L'altra figlia della donna, conducente dell'automobile, è stata soccorsa dai pompieri e subito affidata ai sanitari del 118 e trasportata d'urgenza in ambulanza in ospedale. Nell'incidente è rimasto ferito anche l'uomo alla guida del carro attrezzi, un 29enne, anche lui ricoverato in ospedale

Leggi anche:  Civitanova, Ferlazzo resta in carcere: “Non pensavo di aver ucciso Alika, è stata una disgrazia”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.