Tommaso Zorzi contro Pucci per una battuta omofoba: “Che diritto hai di dire che lo prendo in c**o”

Dura polemica di Zorzi contro Pucci. L’influencer, informato da una spettatrice, riporta una battuta omofoba pronunciata dal comico sul palco e rivolta a lui: “Siamo nel 2022, sono passati 40 anni da quando poteva far ridere una roba del genere”.

Tommaso Zorzi contro Andrea Pucci. L'influencer ed ex vincitore del Grande Fratello Vip ha pubblicato alcune storie su Instagram in cui ha riportato il contenuto di uno spettacolo del comico che avrebbe esordito offendendolo pesantemente. Queste le parole di Zorzi: "Non voglio fare polemica, ma dato che sono tirato in ballo volevo soffermarmi. Ieri una mia amica è andata a vedere lo spettacolo di Pucci e mi manda questa cosa". Nell'audio si sente la ragazza che ripete la battuta: "I tamponi se sei fortunato te li fanno in una narice, se sei uno stronzo in due, se sei ancora più stronzo in gola, se sei Zorzi in c**lo".

Zorzi quindi prosegue così: "Parliamone un attimo. La cosa che mi fa impazzire è: tu che ne sai dove lo prendo io? Come fai ad arrogarti il diritto di salire su un palco e dire alla gente che io lo prendo in c**o". E aggiunge: "Questa cosa dell'omosessuale che lo prendono lì, siamo nel 2022, sono passati 40 anni da quando poteva far ridere una roba del genere. Immaginate se io salissi su un palco e dicessi "oh ragazzi, ho rotto l'aspirapolvere ma non so se prenderne una nuova o usare la moglie di Pucci per quello che succhia. Mi darebbe del pazzo, dicendomi di sciacquarmi la bocca. Ora siccome fa ridere la dicotomia gay e tutti lo prendiamo nel didietro si può dire? Secondo me Pucci mi deve delle scuse".

Zorzi al comico: "Mi devi delle scuse"
Zorzi spiega quindi di aver scoperto che Pucci lo ha bloccato su Instagram, oltre a pubblicare lo screen di un altro messaggio arrivatogli in queste ore in cui un collaboratore del comico conferma come Pucci lo citi spesso nei suoi spettacoli e che una volta avrebbe affermato di non provare simpatia per lui in quanto "troppo gay". Zorzi chiude le sue storie dicendosi sconcertato, soprattutto in relazione al fatto che una cosa del genere accade a due giorni dal pride di Milano. Al momento nessun commento da parte di Pucci, che però a poche ore dall'accaduto ha bloccato i commenti ai suoi post su Instagram.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *