Michael Schumacher, sua moglie rivela qual è l’attuale stato di salute

Corinna Schumacher ha rotto il silenzio. Da quando il campione di Formula 1 Michael Schumacher ha subito un incidente sugli sci nel 2013, poco o nulla è stato conosciuto sul suo stato di salute. Ora, Netflix ha portato la vita del pilota sul piccolo schermo in un documentario sulla sua vita chiamato ‘Schumacher’ che uscirà il 15 settembre. La sua famiglia partecipa al film per andare oltre l’immagine pubblica del tedesco.

Il fatidico incidente di Schumacher ha scioccato il mondo del motorsport, che ora sarà in grado di ricordare nuovamente il pilota in questa nuova produzione della piattaforma di streaming.

Corinna Schumacher: “Michael è qui, diverso, ma è qui”

Nel film, Corinna rivela che l’ex campione di F1 sta ancora lottando per riprendersi dalle lesioni cerebrali subite dall’incidente. La moglie di Schumacher ha confessato alla telecamera che “Michael è qui, diverso, ma è qui”. “Penso sempre che sia molto forte mentalmente. Continua a mostrarmi quanto è forte ogni giorno”, ha detto Corinna nel documentario.

Siamo insieme. Viviamo insieme a casa. Facciamo terapia. Facciamo tutto il possibile per rendere Michael migliore e per assicurarci che sia a suo agio. E semplicemente per far sentire la nostra famiglia, il nostro legame. E non importa cosa, farò sempre tutto il possibile. Lo faremo tutti. Stiamo cercando di prendere questo come una famiglia, nel modo in cui Michael vorrebbe e come. E andiamo avanti con le nostre vite”, ha spiegato Corinna della vita che la sua famiglia conduce nella loro casa sul Lago di Ginevra.

Corinna ha sottolineato che non è l’unica a cui manca Michael: “Mi manca ogni giorno. Ma non sono solo io. Sono i bambini, la famiglia, suo padre, tutti quelli che lo circondano”.

Mick Schumacher: “Darei di tutto per parlargli”

Anche i suoi figli appaiono nel documentario esprimendo la loro ammirazione per il padre. Suo figlio Mick ha preso il testimone e ora fa parte della griglia di F1 con il team americano Haas.

“Dall’incidente, queste esperienze, questi momenti che penso che molte persone abbiano con i loro genitori non sono più presenti, o lo sono ma meno, e secondo me è qualcosa di ingiusto”, dice il pilota. “Penso che papà e io ci capiremmo ora in un modo diverso semplicemente perché parliamo una lingua simile, la lingua del motore e avremmo molto di cui parlare. C’è la mia testa la maggior parte del tempo, pensando che sarebbe stato così bello. Darei tutto solo per questo”, ha confessato.

Anche i suoi coetanei e amici gli ricordano lui.

Non solo la sua famiglia (compaiono anche suo padre Rolf e suo fratello Ralf) ci introdurrà a un ritratto più ravvicinato dell’ex campione, ma i suoi amici parleranno anche di chi è Michael Schumacher.

Stelle come Sebastian Vettel, Mika Hakkinen, Damon Hill o David Coulthard parleranno della squadra tedesca come pilota e amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.